logo


Lo studio PforTwo Design nasce dalla sinergia di due architetti, Vito Piccoli e Maria Roberta Pansini. Il primo estroso e innovativo, la seconda il braccio destro che traduce le intuizioni del collega. Insieme rendono il progetto unico, scenico e ricco di dettagli, ma sempre disegnato e cucito sulla volontà e sulla necessità del cliente, che rimane il punto focale attorno a cui gira l'aspetto creativo del lavoro.

Lo studio si occupa di molteplici aspetti del design e dell'architettura concentrandosi soprattutto su attività commerciali e appartamenti privati, dal progetto in fase preliminare ed esecutiva alla direzione lavori, senza trascurare pratiche edilizie e amministrative.

fdsfdsARCH. VITO PICCOLI
Si laurea in Architettura presso il Politecnico di Bari nel 2001 discutendo la tesi "Recupero e bonifica dell'area industriale della Fibronit di Bari". Durante il corso di studi segue alcuni cantieri edili per poi diventare, una volta conseguita la laurea, progettista in fase di esecuzione per le Filiali di Banca Intesa. Avvia cosi una intensa attività professionale che lo porta a specializzarsi negli ultimi anni nella realizzazione di locali pubblici a Bari e residenze private avvalendosi prima nel 2007 e poi nel 2012 della collaborazione dell'arch. Maria Roberta Pansini, costituendo lo studio PforTwo Design.

dasDARCH. MARIA ROBERTA PANSINI
Si laurea in architettura presso il Politecnico di Bari nel 2008 discutendo la tesi "restauro e musealizzazione del convento di Sant'Antonio a Taranto". Durante il corso di laurea collabora già con lo studio dell'arch. Vito Piccoli per poi dopo la laurea lavorare per lo studio internazionale ARCHEA ASSOCIATI di Marco Casamonti presso la sede di Genova. Tornata in Puglia sviluppa esperienza con aziende del settore edile come tecnico di cantiere. Dal 2012 si associa all'arch. Vito Piccoli nell'attività di libero professionista costituendo lo studio PforTwo Design.


CERALACCA (2015)
Via Francesco Abbrescia 95, Bari
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Ceralacca, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Ceralacca, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Ceralacca, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Ceralacca, Bari Nel quartiere murattiano di Bari, poco distante dal lungomare, si colloca questa norcineria per chi vuole, per qualche ora, isolarsi in un contesto diverso, pacato e tranquillo. Una volta entrati nel locale si apre agli occhi una nuova dimensione calma e silenziosa, fatta di sensi. Infatti appena all'ingresso la grande spalliera di vini e salumi fa capire subito l'impronta del locale.
Gli odori dei salumi e dei formaggi si fondono ai colori caldi della sala e alle luci che illuminano in maniera soffusa l'ambiente. Una volta superato il lungo bancone in legno scuro si arriva alla zona della sala, sovrastata da una vigna intrecciata e ricca di lucine, quasi a riproporre uno spazio esterno, un pergolato che avvolge lo spazio mentre i clienti degustano vino ed eccellenze della gastronomia italiana.
Tutti gli elementi del locale sono opera di alta artigianeria. Le strutture in ferro e legno sono forgiate sulla base del disegno tecnico fornito, direttamente dal padre del titolare, Vito Saracino, con cura e maestria nel dettaglio. L'effetto scenico che si voleva riproporre gia in fase progettuale è dato proprio dalla sovradimensione di questi elementi che già dall'ingresso attirano l'occhio del passante.


COUCH CLUB (2011)
Via Caccuri 47, Bari
Arch. Vito Piccoli


Studio architttura e design PforTwo, architetto Vito Piccoli, Couch Club, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetto Vito Piccoli, Couch Club, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetto Vito Piccoli, Couch Club, Bari American Bar situato nel quartiere di Poggiofranco, è stato concepito come uno spazio intermedio dove leggere libro sorseggiando un infuso, cenare senza troppo impegno, ascoltare musica dal vivo, poter osservare piccole mostre personali in rotazione periodica.
Scarno, essenziale con il suo pavimento in lamiera di ferro e le mura grigie, l'effetto scenico ruota attorno ai tagli di luce colorata ottenute con belle barre led opportunamente posizionate tra soffitti e pareti. A seconda delle situazioni o degli eventi queste luci cambiano colore, dal bianco al blu, viola e verde, offendo uno spazio cangiante e completamente diverso. Questo dona flessibilità allo spazio permettendo di utilizzarlo secondo le necessità.


FCAZZ E BIRR (2014)
Piazza Garibaldi 5, Polignano (Bari)
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Proprio nel cuore di Polignano, all'ingresso del suo bellissimo centro storico si posiziona la piccola focacceria dal gusto tutto pugliese, lo si intuisce già dal nome "fcazz e birr", con l'intento di promuovere la vera focaccia barese, sia per i cultori locali, sia per i molti turisti frequentatori della città. Il locale è piccolo, di forma allungata ma molto caratteristico per la sua struttura in pietra facciavista che conferisce già l'impronta dell'ambiente.
Date le dimensioni ridotte del locale, il pezzo forte è il bancone rivestito in ferro grezzo, assemblando tutti gli utensili utilizzati per la preparazione e la cottura della focaccia: teglie, pale da forno, tegami.

GULP (2012)
Via Enrico Pappacena 26 - 4G, Bari
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Gulp, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Gulp, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Gulp, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Gulp, Bari In una delle zone più frequentate del momento nel capoluogo pugliese, i committenti affidano l'incarico di ideare il GULP, un luogo in cui i sapori di cibi di tradizione Umbra possano incontrare i loro clienti senza troppi formalismi e in un ambiente accogliente. L'impianto del locale di circa 100 mq è vincolato dalla doppia entrata sui due fronti opposti. Lo studio degli spazi è stato fatto nell'ottica di creare un elemento principale che funzionasse da fulcro, il bancone, che con le sue notevoli dimensioni occupa un terzo del locale, utilizzando a rivestimento materiali poveri come scarti di legno in masso, nobilitati dall' assemblaggio di ogni singolo pezzo fino a creare un elemento materico e caldo. Sfruttando le diverse essenze di legni il gioco di colori e di profondità crea il contrasto giusto di luci e ombre che rappresenta il leit motiv dell'ambiente. Legno e ferro si alternano nelle finiture: pavimento in listoni di rovere e arredi creati su misura con strutture in ferro grezzo in contrasto, conferiscono a questo spazio il giusto compromesso tra un ambiente ricercato nel dettaglio ma non formale, in linea con i prodotti offerti. In questa norcineria dal sapore libero e socievole in ogni angolo si scopre uno spazio nuovo, il cliente ha la libertà di sfruttare il banco per un aperitivo veloce, i tavoli con le sedute per una cena più tranquilla o accomodarsi in un angolo con divanetti per degustare in relax un bicchiere di vino o di birra artigianale. Infatti la pianta è stata studiata per differenziare diversi spazi di fruizione del locale, determinando la flessibilità necessaria per rendere l'ambiente dinamico e diverso dal solito ristorante. Tutto il locale è stato allestito per ospitare oltre le 160 etichette di vino e 90 etichette di birre artigianali che prendono posto in tutti gli angoli come parte integrante degli arredi, delle pareti e dell'involucro dell'ambiente.


JUMPA (2013)
Via Mario Giannini 9 (c/o Showville), Bari
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Fcazz e Birr, Bari Presso lo Showville di Bari, si inserisce il Jumpa, punto di ristoro -non solo per i frequentatori della multisala- che offre ai propri clienti più di un semplice panino. Il concept del locale è strutturato su materiali semplici: pietra, legno, vimini, che danno al locale un aspetto caldo e accogliente nonostante la grandezza dello spazio, circa 140 mq di spazio al pubblico. L'idea progettuale era essattamente il contrario di quella di un freddo fast food ma al contrario di uno spazio curato e strutturato secondo l'idea che il posto vuole offrire: un locale dove mangiare una cosa al volo prima del cinema sui tavolini snack progettati appositamente per il jumpa, oppure un ristorante vero e proprio dove sedersi e mangiare con calma una grigliata o un piatto completo. I banconi che corrono frontalmente lungo il perimetro del locale offrono al cliente la visione di tutto quello che si può gustare e sono suddivisi per tipologie - food e beverage. La scelta modulare fatta su misura del rivestimento dei banconi in OSB e abete naturale è funzionale proprio per cadenzare questi spazi. Il risultato finale è un ambiente ironico e personale.

LA BUL (2010)
Via Pasquale Villari 52, Bari
Arch. Vito Piccoli


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, La Bul, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, La Bul, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, La Bul, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, La Bul, Bari Ristorante nel cuore di Bari, La Bul è un connubio di cucina, buon gusto e delicatezza nella scelta degli arredi. Il luogo doveva essere da contorno alla ricchezza delle pietanze servite. Si è scelto quindi di intervenire con sobrietà: i mobili e gli arredi sono tutti di recupero, con particolare attenzione al restauro. Il portone d'ingresso, anch'esso restaurato, è incorniciato da una struttura nuda in ferro. Il pavimento della sala è in cementine d'epoca circondate da battuto di cemento. I colori sono determinati della sedute, tutte anni '50 ed in tessuto, una diversa dall'altra. Il giardinetto esterno è il tipico giardino di casa, con basole in pietra, piante rampicanti alle pareti e piccole luci per un'atmosfera soffusa.

MAGIE DEL FORNAIO (2012)
Via La Croce 66, Palese (Bari)
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Magie del Fornaio, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Magie del Fornaio, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Magie del Fornaio, Bari La richiesta del cliente è stata quella di avere un locale dall'impronte tradizionale, ispirandosi alle caratteristiche boulangerie francesi. In virtù di questa richiesta sono stati utilizzati caratteri morbidi e dal richiamo classico: diverse essenze di legno, modanature a contrasto e comunicazione con scritte a rilievo in bianco creano un giusto compromesso tra le esigenze funzionali e quelle estetiche. Infatti l'ordine delle esposizioni e la divisione in settori tra dolce e salato fa si che l'ambiente risulti agli occhi dei clienti ordinato, pulito ed organizzato, ma allo stesso tempo accogliente e delicato.

TELEBARI (2015)
Via Calefati 171, Bari
Arch. Vito Piccoli, Arch. Maria Roberta Pansini


Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Telebari, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Telebari, Bari Studio architttura e design PforTwo, architetti Pansini e Vito Piccoli, Telebari, Bari La storica gelateria TELEBARI, apre una filiale in centro al posto di un'altra storica gelateria ormai chiusa. Tuttavia l'intenzione del proprietario è stata quella di non cancellare totalmente il passato, ma di lasciare comunque un ricordo, mantenendo proprio l'insegna, semplicemente pittata a colore. L'interno ha un carattere fresco, colorato, evocativo del gelato e dello spirito giocoso dei bambini. Il legno decapato verde del bancone richiama il pavimento e il logo della carta da parati. Le lampade della Seletti, "egg of Columbus", in cartone ricomposto, danno un tocco vintage all'ambiente.

UNDER CONSTRUCTION